Quando si parla di un’icona, di un’anime che ha fatto la storia e con le sue innovazioni ha ispirato tantissimi autori emergenti ci si aspetta un titolo degno del nome che porta, come spesso capita però non sempre il videogioco riesce a dare il giusto omaggio all’anime, Saint Seiya Soldiers Soul è tutto sommato un buon gioco anche se realizzato per i Fan e non per il grande pubblico, vediamo nel dettaglio cosa non ci ha del tutto convinto in questa Recensione di Saint Seiya Soldiers’ Soul.

Saint Seiya Soldiers’ Soul Recensione – Brucia mio Cosmo Brucia!!

Sviluppato da Bandai Namco e prodotto da Dimps Saint Seiya Soldiers Souls è disponibile in versione PS3, PS4 e Pc, il gioco non ripropone la stessa esatta storia dell’anime ma una nuova storia originale. La modalità Storia è composta da quattro campagne che si possono giocare senza dover seguire un’ordine prestabilito, finalmente viene inserita anche la Saga di Asgard, spesso snobbata per non si sa quale motivo che assieme alle Saghe di Sanctuary, Poseidon e Hades ci assicurano una buona dose di ore di gioco. Le battaglie sono introdotte dalla voce del narratore che ci offre una sintesi della storia, riassunto che viene completato da alcuni dialoghi dei 2 combattenti pronti a battersi. Tutti i dialoghi sono in lingua originale Giapponese con i sottotitoli in lingua Italiana, le voci dei personaggi sono doppiate dagli stessi doppiatori dell’anime.

Saint Seiya: Soldiers’ Soul

 

Data di Uscita : 25 Settembre 2015

Lingua Voce : Japanese

Sottotitoli : Inglese, Francese, Italiano, Spagnolo

Genere : Combattimento/Picchiaduro

Giocatori : 1-2

 

 

 

 

I Personaggi

Un punto a favore è l’ampia scelta di personaggi, tutti gli scenari più famosi sono giocabili, dal Santuario di Hades ad Asgard, anche la seie Souls of good è ben rappresentata, sbloccabili anche molte armature divine per Pegasus e compagni.

La Lista dei Personaggi di Saint Seiya Soldiers Soul

Cavalieri di Bronzo :

Seiya di Pegasus, Shiryū il Dragone, Hyōga il Cigno, Shun d’Andromède, Ikki di Phoenix, Jabu dell’Unicorno, Ichi ell’Idra

Cavalieri d’Argento :

Marin dell’acquila, Shaina Tisifone dell’ Oficuo, Lyra Orphee

Cavalieri D’oro

Aries Shion, Gemini Kanon,Aries Mu, Taurus Aldebaran, Cancer Deathmask, Leo Aiolia, Virgo Shaka, Libra Dohko, Scorpio Miro, Sagittarius Aiolos, Capricorn Shura, Aquarius Camus, Pisces Aphrodite

I Cavalieri di Nettuno

Sea Dragon Kanon, Siren Sorento, Seahorse Baian, Skylla Io, Lyumnades Kaasa, Kraken Isaac, Chrysaor Krishna, Sea God Poseidon

I Cavalieri di Asgard

Phecda Thor, Alioth Fenrir, Merak Hägen, Benetnasch Mime, Megrez Alberich, Mizar Syd, Alcor Bud, Dubhe Siegfried

God Warriors

Polaris Hilda, Garuda Aiacos, Wyvern Rhadamanthys, Gryphon Minos, God of Sleep Hypnos, God of Death Thanatos, The Underworld God Hade

Comparto Grafico

L’aspetto dei personaggi è ben rappresentato ed è fedele all’anime, ma purtroppo sono realizzati con un background troppo semplice, texture e animazioni adatte ad un gioco PS3, Saint Seiya Soldier’ Souls infatti non sfrutta la potenza della nuova consolle di casa Sony, se confrontato con titoli simili come la Saga di Naruto Storm perde su tutti i fronti. Ottime novità sono i dialoghi nel bel mezzo di un combattimento che offrono un’ottima immersione nella storia e nel gioco, e le mosse speciali che integrano un breve filmato. Dalla versione Pc e Playstation 4 ci aspettavamo qualcosa di più sotto l’aspetto grafico, nonostante la grafica non sia male alcune scelte di direzione artistica non ci sono piaciute, alcuni parti sembrano realizzate in fretta e senza un’adeguata cura per i dettagli.

Giocabilità

Gamepad alla mano il gioco si presenta difficile, anche un’amante del genere picchiaduro  potrebbe ritrovarsi a perdere il primo incontro, il chè non è un fattore negativo se consideriamo che nel mondo dei cavalieri dello zodiaco Pegasus e ciurma affrontano avversari sempre più forti di loro, a nostro parere però il livello di difficoltà è mal bilanciato e i nemici diventano sempre più ingiusti con l’avanzare del gioco, le classiche combo si integrano troppo facilmente con supermosse devastanti che aggiunte ad una guardia che si spezza senza troppa difficoltà rendono la giocabilità spesso frustrante. Nonostante tutto dopo aver preso dimestichezza con i controlli Saint Seiya Soldiers Soul diventa un gioco divertente ed intenso, abbiamo apprezzato la barra del Settimo Senso che si carica durante l’incontro e permette di rilasciare le mosse speciali, in alcuni tratti il sistema di combattimento ricorda la Saga Dragon Ball Z Techaichi, non a caso però visto che sono entrambi prodotti da Dimps.

Verdetto

Consigliamo questo gioco a chi come noi vuole supportare i giochi provenienti dal Sol Levante, tanti titoli anche importanti non riescono ancora a sbarcare da noi perchè per la maggior parte non vendono abbastanza, supportare questi giochi potrebbe cambiare qualcosa nel prossimo futuro.