I cartoni animati giapponesi rappresentano un vero e proprio mito per molti. Fin dall’infanzia i più grandi trascorrevano diverso tempo davanti alla tv per vedere i classici “cartoni”, la cui produzione era quasi interamente “Made in Japan”.

Oggi il settore si è evoluto (al punto che si parla di “anime” più che di cartoni animati), mostrando eroi o personaggi differenti rispetto al passato, ma in grado comunque di catalizzare l’attenzione dei più piccoli e non solo.

Ma vi siete mai chiesti se esistono davvero i luoghi menzionati negli episodi in televisione e nei videogames giapponesi?

Se siete alla ricerca di un tour accattivante e degno dei più grandi appassionati di anime e games, ecco alcuni suggerimenti che rimandano alle mete da visitare in Giappone che presentano un legame reale con il mondo della fantasia.

Le anime si contraddistinguono per avere occhi molto grandi e pettinature improbabili, l’esatto opposto rispetto ai principali connotati nipponici.

1) Museo Ghibli a Tokyo

Un vero paradiso per bambini e ragazzi, ma se pensate che in paradiso si entra facilmente vi sbagliate.

L’impresa più difficile è trovare i biglietti per entrare in questo castello incantato.

Situato ad una ventina di minuti di treno da Tokyo, lo scopo è proprio il divertimento dei piccoli bambini, mostrando loro un museo differente rispetto quelli a cui si è soliti andare.

All’interno si trova anche un cinema che proietta in via esclusiva degli episodi di cartoni animati privi di dialoghi in modo che tutti, indipendentemente dalla lingua, possano intuire e cogliere il significato della situazione animata.

Il consiglio è di prenotare con anticipo e richiedere la visita ai tour organizzati.

Per entrare ancor meglio in sintonia con l’ambiente magico, prima di avventurarvi nel castello magico avete la possibilità di compiere una bella passeggiata nei dintorni, in un percorso unico e fantasioso all’interno del Parco di Inokashira.

  • Prezzo Attrazione : 1000 Yen Adulti (7.7 Euro circa), Ridotto per Bambini
  • Indirizzo : 1 Chome-1-83 Shimorenjaku, Mitaka, Tokyo 181-0013, Giappone
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)
  • Sito web (Inglese) : (LINK)
  • Foto Dick Thomas Johnson

2) Osakishimo

L’isola di Osakishimo è stata fedelmente riprodotta nel film cartone animato dal titolo “Una lettera per Momo”.

Negozi, panorami, barche, sono state riprodotte fedelmente nei minimi particolari per ferma volontà del regista Hiroyuki Okiura, il quale ha saputo riprendere esattamente anche le pavimentazioni delle imbarcazioni, le insegne dei locali e gli scorci panoramici che realmente risultano essere visibili sull’isola.

  • Indirizzo : Kure, Prefettura di Hiroshima, Giappone
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)

3) Suginami Animation Museum

Un altro museo dedicato al mondo anime giapponesi. Dislocato su tre piani e in grado di ospitare non troppe persone, dato lo spazio piuttosto ridotto, ha il vantaggio di essere visitabile a titolo gratuito.

La meta è irrinunciabile se siete dei veri appassionati poichè l’edificio è situato in una zona periferica di Tokyo non facilmente raggiungibile.

Andarci appositamente, a meno di grande dedizione per la materia, potrebbe risultare scomodo e dispendioso in termini di tempo, ma diverso è per chi coltiva la passione e vuole vedere qualcosa di originale e particolare, anche se a livello espositivo il museo è in espansione e quindi non contempla ancora completezza di articoli e personaggi.

La Suginami è una delle case produttrici più rinomate di cartoni animati giapponesi e il museo contiene diversi cimeli interni, con l’obiettivo di valorizzare non solo la produzione propria, ma l’intera città di Tokyo.

  • Prezzo Attrazione : Gratuito
  • Indirizzo : Giappone, 〒167-0043 Tōkyō-to, Suginami-ku, Kamiogi, 3 Chome−29−5 杉並会館
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)
  • Sito Web (Inglese) : (LINK)

4) Museo Doraemon Fujiko F. Fujio

Se adorate i manga e i cartoni animati ecco la meta che fa per voi, soprattutto se avete conosciuto il mitico gattone Doraemon, creato dalla sapiente matita della coppia Fujiko F. Fujio. In suo onore è stata allestita nella città di Kawasaki uan mostra permanente che contiene oltre 50 mila originali dei suoi disegni, divisi su tre piani di un edificio nel quartiere in cui il fumettista ha vissuto.

Chi non ricorda il gatto da questo buffo nome? Il protagonista è proprio questo micione che arriva dal futuro, timoroso verso i topi ma golosissimo di dolci e di forma molto tondeggiante.

Il cartone animato è arrivato anche in Italia con grande successo, seguito da un altro must del duo Fujiko Fujio, ossia “Carletto, il principe dei mostri”, una sorta di giovane tiramolla.

Da segnalare che l’ingresso al museo è prenotabile unicamente tramite la procedura online e sul posto non è possibile acquistare direttamente il biglietto.

La città in cui si respira anime è Takaoka, città natale di Doraemon, quasi interamente dedicata al famoso gatto.

Il parco cittadino contiene la Doraemon Walking Road, diverse statue dei personaggi della serie e perfino i tram riportano le grafiche inerenti il celebre gatto spaziale.

  • Prezzo Attrazione : 1000 Yen 7,7 Euro Circa a seconda del cambio
  • Indirizzo : 2 Chome-8-1 Nagao, Tama Ward, Kawasaki, Kanagawa Prefecture 214-0023, Giappone
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)
  • Foto David Pursehouse

5) Higashikurume

Un percorso storico è possibile averlo passeggiando per il villaggio di Higashikurume, località che ha stimolato l’ambientazione del manga Cara Dolce Kyoko, a detta di molti una delle migliori produzioni anime nipponiche.

La casa dei protagonisti e l’ambiente circondario è stato chiaramente ispirato alla località sopraccitata contestualizzata nelle periferia di Tokyo alla fine degli Anni Ottanta.

Oggi è possibile riscoprire quelli luoghi, ma con le modifiche dettate dal decorso del tempo, al punto che non è semplice, in alcuni casi, riconoscere edifici e strade. Un esempio è la stazione: nel cartone animato aveva un nome di fantasia, ma era la riproduzione grafica di quella realmente esistente a Higashikurume.

Nel 2008 è stata abbattuta e ricostruita, ovviamente secondo uno stile differente e nuovo, al punto da renderla irriconoscibile e totalmente differente rispetto all’originale. Lo stesso vale per una postazione telefonica sempre nei pressi della stazione, oggi sparita anch’essa.

  • Indirizzo : 1-8 Higashihonchō, Higashikurume-shi, Tōkyō-to 203-0014, Giappone
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)
  • Foto Urawa Zero

6) Monte Fuji o Fuji San

Il Monte Fuji è il simbolo del Giappone per quella sua forma classica di vulcano con la punta innevata per almeno l’80% dell’anno.

La sua immagine appare spesso in quasi tutti i cartoni animati giapponesi, da Mila e Shiro a Holly e Benji, passando per altri famosi titoli conosciuti anche in Italia.

La sua altezza di poco inferiore ai 3.800 metri rende il Monte Fuji visibile dalla città di Tokyo, località in cui molti cartoni animati e videogames sono stati ambientati.

Classica è la riproduzione, in alcuni videogames di motorsport, di una strada che sale al monte, da percorrere con una vettura fuoriserie a tutta velocità.

  • Indirizzo : Kitayama, Fujinomiya, Prefettura di Shizuoka 418-0112, Giappone

7) Gundam Front Tokyo

Il robot giapponese di grande successo anche in Italia, è stato riprodotto con una statua alta 18 metri, capace di stupire i visitatori e i più curiosi, in parco tematico originale e particolare.

Il settimo piano di un palazzo, che in realtà è il centro commerciale DriverCity Tokyo Plaza, ospita questa interessante area espositiva di divertimento e il grande colosso aveva il compito di accogliere i clienti all’ingresso del edificio. In alcuni periodi e in determinate fasce orarie, il robot prendeva vita: si illuminavano gli occhi, usciva fumo dal torace e la testa ruotava.

Col buio del calare del sole era davvero uno spettacolo.

L’attrazione esterna era più per stimolare l’interesse e la gioia dei più piccini, ma il museo interessa anche i grandi.

Col tempo la statua ha subito delle modifiche e ora ve ne è un’altra alta ben 24 metri: Gundam Unicorn.

Un personaggio diverso, più complesso e degno comunque di menzione.

P:S. So che la foto non è il Massimo per qualità, scattare con un vecchio Iphone di notte non è il Massimo.

  • Prezzo Attrazione : Gratuita
  • Indirizzo : Giappone, 〒135-0064 Tōkyō-to, Kōtō-ku, Aomi, 1 Chome−1−10 ダイバーシティ東京 プラザ7F
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)
  • Qui sotto uno mio scatto a Natale 2015 con Gundam

8) Strada e Museo Mizuki Shigeru a Sakaiminato

Due attrazioni in una, sempre dedicata a un altro grande disegnatore di anime e manga.

L’anno 2012 ha visto un notevole miglioramento e sviluppo del museo, il quale si è arricchito di ulteriori opere relative alla vita di Shigeru. Un esempio è la presenza di un diorama entro il quale si cela lo stesso autore.

Molto interessante risulta essere la strada chiamata Mizuki Road, la quale conta 177 statue realizzate in bronzo che riproducono diversi personaggi dei cartoni animati ideati dall’autore.

Le statue sono osservabili ed è possibile toccarle, scattare fotografie.

La città di Sakaiminato si regge principalmente sul turismo dovuto alle attrazioni legate al fumettista di GeGeGe e Kitaro.

  • Indirizzo : Taishomachi, Sakaiminato, Tottori Prefecture 684-0004, Giappone
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)
  • Foto puffyjet

9) Nerima

Meta immancabile per gli amanti del genere manga e anime che intendono arricchire la propria cultura sulla materia.

Nerima si trova alla periferia di Tokyo e viene considerata la zona in cui moltissimi disegnatori hanno aperto studi di realizzazione e produzione cartoni animati, tra cui anche Lamù, da molti considerata come una delle più belle riproduzioni di ragazze manga. Infatti era una bellissima e sensuale aliena venuta sulla Terra direttamente dallo spazio.

Proprio in questo quartiere si sono registrale le ambientazioni anche di altri cartoni animati, tra cui Doraemon.

  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)

10) Pokemon Center

Cartone animato di estremo successo al punto che ne è stata sviluppata anche un’APP per dispositivi digitali che ha mandato in tilt diverse persone con il gioco Pokemon Go.

Se siete amanti di questi personaggi non potete esimervi da una visita presso il Pokemon Center, ossia un negozio monotematico dove è possibile acquistare diverso materiale raffigurante questi personaggi. In Giappone si stanno aprendo diversi punti vendita in determinate città, ma quello presente a Tokyo è senza dubbio il più grande in assoluto.

  • Indirizzo : Giappone, 〒170-0013 Tōkyō-to, Toshima-ku, Higashiikebukuro, 3 Chome−1−2
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)
  • Foto alisdair

11) Toei Animation Gallery

Dragonball, Mazinga Z, L’uomo Tigre, Sailor Moon, I Cavalieri dello Zodiaco, Kiss Me Licia, Ufo Robot: potremmo andare avanti ancora.

La Toei Animation è la casa che ha dato origine a tutti questi cartoni animati che abbiamo conosciuto in Italia soprattutto negli Anni Ottanta, spaziando da personaggi più miti, ad altri più romantici, fino ad arrivare ai grandi robot e supereroi.

Il museo si trova presso gli Studi Ozumi e ha da poco riaperto in seguito ad un percorso restaurativo importante. Bozzetti, disegni, pubblicità, sono i principali articoli esposti in uno spazio non molto grande, ma senza dubbio interessante in ogni suo angolo.

Situato nella zona nord della capitale Tokyo, è raggiungibile in treno e con una passeggiata di circa un quarto d’ora a piedi.

  • Prezzo Attrazione : Gratuita
  • Indirizzo : 2 Chome-10-5 Higashiōizumi, Nerima-ku, Tōkyō-to 178-0063, Giappone
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)

12) Tezuka Osamu Manga World Museum

Museo monotematico nel senso che è dedicato a Tezuka Osamu, da molti considerato il pioniere dei fumetti manga, trasformati poi in anime.

E’ stato colui il quale ha pensato ai grandi occhioni tipici del genere, ben visibili nei personaggi esposti al Manga World attraverso le sue opere.

L’esperienza non è solo visiva, poichè è possibile per i visitatori provare a cimentarsi nella creazione di un’animazione, facendo sfoggio delle proprie doti creative.

L’esperienza diviene così totale: uditiva, tattile e creativa. Il museo si trova a Takarazuka, città molto cara al disegnatore, il quale ha sviluppato, proprio in quel territorio, la sua spiccata sensibilità verso quei temi importanti che ha cercato di riportare in fase creativa per mezzo della sua matita. Nello spazio espositivo sono presenti alcuni riferimento al mondo Disney dato che lo stesso Tezuka Osamu non ha mai celato il fatto che la sua prima ispirazione abbia preso spunto proprio da un personaggio come Topolino.

  • Prezzo Attrazione : 700 Yen Adulti (5,5 Euro) Ridotto per Bambini
  • Indirizzo : 7-65 Mukogawacho, Takarazuka, Hyōgo Prefecture 665-0844, Giappone
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)

13) Kyoto International Manga Museum

Sicuramente il museo migliore del Giappone dedicato al mondo manga e anime.

Lo spazio in cui si trova è stato ripreso da una ex scuola e al suo interno è possibile apprezzare opere di tutti i genere, da quelle più moderne a quelle di due secoli fa.

Sono oltre 300 mila i testi esposti e moltissimi sono anche consultabili direttamente.

Di questi, ben 25 mila sono appartenenti alla zona denominata Muro dei Manga.

Potete sfogliarli, osservarli, interpretarli e farvi un’idea di come il mondo del fumetto e del cartone animato giapponese sia mutato col trascorrere degli anni.

Ma se volete stupirvi non uscite troppo in fretta da questo paradiso: restateci e godetevi ogni attimo, anche davanti ad un piatto di cibo, indipendentemente dall’orario.

Il motivo è presto detto: nel punto ristoro interno vengono serviti dei piatti che riproducono i contorni dei fumetti, in modo molto originale e unico.

  • Prezzo Attrazione : 800 Yen (6 Euro circa)
  • Indirizzo : Giappone, 〒604-0846 Kyoto Prefecture, Kyoto, Nakagyo Ward, 御池上ル (元龍池小学校 Karasuma Dori
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)
  • Foto Olivier Bruchez

14) Ishinomaki Mangattan Museum – Ishinomori Manga Museum

Il museo ha il doppio nome ed è conosciuto in entrambi i modi e vuole essere un vero e proprio paradiso Manga.

Ishinomori è il cognome di uno dei migliori ideatori di anime e manga in assoluto, conosciuto in Giappone (e non solo) per Cyborg 009 e Kamen Ryder.

L’edificio ha una forma molto hi-tech e al tempo stesso molto futuristica e delle riproduzioni dei personaggi principali del mondo Ishinomori accolgono i visitatori nel parco attiguo.

Il museo regala una visita molto divertente e pone in visione anche dei lavori tridimensionali dell’autore. Si raggiunge in 10 minuti a piedi dalla stazione di Ishinomaki, percorrendo la Strada Manga, ossia la Manga Road.

Da segnalare che l’edificio, pur avendo resistito allo Tsunami dell’anno 2011, ha subito notevoli danni strutturali, ora perfettamente sistemati.

La riapertura è stata effettuata alla fine del 2012.

  • Prezzo Attrazione : 800 Yen (6 Euro circa)
  • Indirizzo : Giappone, 〒986-0823 Miyagi Prefecture, Ishinomaki, 中瀬2ー7
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)

15) Tokyo Tower

“One Piece” è un manga-anime che è parte della storia del fumetto nipponico.

La torre presenta dei piani dedicati a questo titolo, suddivisi per aree tematiche, da ristoranti ad attrazioni, fino a negozi di marchandising “One Piece”.

Si identifica maggiormente come un parco tematico e rimane aperto, in genere, fino alle ore 22 ma è sempre meglio verificare perchè l’orario muta in base alla stagione.

  • Indirizzo : 4 Chome-2-8 Shibakoen, Minato, Tokyo 105-0011, Giappone
  • Uno sguardo su Google Maps : (LINK)

Pin It on Pinterest

Condividi sui Social

Condividi questo articolo con gli amici!