I 10 Migliori Giochi Azione Avventura per PS4


I 10 Migliori Giochi Azione Avventura per PS4

Nell’attesa di avere tra le mani l’ultimo gioiello di casa Sony, ti proponiamo una lista dei 10 Migliori giochi azione avventura per PS4 che devi assolutamente giocare prima di entrare nel mondo videoludico next gen.

Prendi nota e preparati a recuperare questi fantastici titoli che forse non hai mai giocato.

La Nostra vuole essere una lista e non una Classifica, in quanto i pareri sui giochi sono spesso soggettivi in base ai propri gusti.


Articoli Correlati :


Tabelle Riepilogativa dei giochi di Azione/Avventura PS4 nell’articolo

Ultimo aggiornamento 2020-11-23 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API


1) Spider-Man

Spider-Man PS4
  • Anno di Uscita : 2018
  • Durata della storia: 20 ore circa
  • Giocatore singolo
  • Voto Metacritic 87

Invece di svolgere il suo lavoro presso il Daily Bugle, Peter Parker preferisce passare il suo tempo all’interno del suo laboratorio dove costruisce congegni per aumentare la sua efficacia nei panni di Spider-Man.

Non si tratta del tradizionale gioco che ripercorre la storia del personaggio dalle sue origini, tutti ormai sappiamo come Peter ha acquisito i suoi poteri e abbiamo sempre sognato di vestire i suoi panni come eroe a tempo pieno. Adesso si può.

Spider-Man, come tutti i supereroi buoni, non uccide i suoi nemici, ma cerca di neutralizzarli per consegnarli alla giustizia.

Le tue armi infatti saranno le micidiali mosse da combattimento che ti consentiranno di attaccare i tuoi avversari in scontri diretti, oppure prenderli di sorpresa piombandogli addosso.

Puoi usare le tue ragnatele in tanti modi diversi: per intrappolarli o immobilizzarli, rallentarli, lanciarli e puoi perfino afferrare oggetti o elementi dello scenario per scaraventarglieli contro.

Ogni attacco contribuisce a fare aumentare la barra di concentrazione, la quale una volta riempita, ti permette di eseguire super mosse spettacolari.

Ovviamente, non mancano le acrobazie aeree per spostarti da una parte all’altra di New York, magistralmente ricostruita, durante le quali puoi sfiorare le auto per le strade, raggiungere le vette dei grattacieli più alti e saltare da un palazzo all’altro.


2) Days Gone

Days Gone PS4
  • Anno di Uscita : 2019
  • Durata della storia: circa 30 ore
  • Giocatore singolo
  • Voto Metacritic: 71

In Oregon è scoppiata la fine del mondo ma non è avvenuta per come ci si aspetterebbe: un’esplosione, urla e strepitii, guerra tra persone.

Niente di tutto ciò.

I morti sono tornati in vita e tu devi passarci in mezzo con la tua moto.

Tu sei Deacon St. John, un tizio arrabbiato e determinato che deve farsi strada tra orde di zombi, che tutto sono, tranne che lenti e ciondolanti.

Infatti, in questo gioco, i non morti sono aggressivi, spietati, velocissimi e si muovo in gruppi che contano centinaia di elementi chiamati orde.

Days Gone prende spunto da alcuni titoli precedenti al suo arrivo e trae il meglio della folla di cadaveri brulicanti di Left 4 Dead, il combattimento e il dramma che caratterizza The Last of Us e la possibilità di catturare avamposti come in Far Cry.

Deacon viaggia tra piccoli avamposti tenuti in piedi con la colla e villaggi di dimensioni modeste e ben organizzati e la gente apprezza i suoi servigi, i quali, prevalentemente, sono utilizzati per trovare qualcuno che è scomparso.

La reiterazione delle azioni viene bilanciata da una varietà di armi ben studiate ed efficaci, inseguimenti mozzafiato e mini giochi.

La trama principale vede Deacon alla ricerca di sua moglie, dispersa poco dopo l’inizio della pandemia.

Questa s’intreccia con storie di altri personaggi, i quali, come Deacon, stanno disperatamente cercando i propri cari.

Puoi scegliere di concludere il gioco in 15 ore circa e puntare dritto alla fine della storia, oppure esplorare e aiutare tutti, estendendo la longevità fino a 30 ore.


3) Judgement

Judgement PS4
  • Anno di Uscita : 2019
  • Durata della storia: 80 ore circa
  • Giocatore singolo
  • Voto Metacritic: 80

Ti piacciono i giochi picchia duro sullo stile yuakuza? Se la risposta è sì, Judgement potrebbe rientrare tra i tuoi giochi preferiti.

Nel distretto di Kamurocho a Tokio, tre potenti yuakuza del clan Kyorei sono stati brutalmente assassinati uno dopo l’altro.

Si pensa che sia il frutto di una guerra tra clan, ma Takayuki Yagami, detective reduce da una recente disgrazia, non è convinto di quanto sta accadendo.

La storia si articola tra misteri e acrobatici combattimenti ricchi di colpi di arti marziali, con tante svolte e colpi di scena, un racconto tutt’altro che banale e scontato, soprattutto rapportato allo stile di gioco, che potrebbe far pensare a questa opera, come il solito tentativo d’intrattenere il giocatore con una serie di combattimenti e azione sfrenata senza senso.

I nemici sono tanti, ma pochi realmente cattivi.

È questo che intrattiene e colpisce in Judgement, la volontà degli antagonisti di voler fare qualcosa pensando di essere nel bene, divorati dalla corruzione e accecati dalla vendetta.

È disponibile doppiato in inglese, ma un titolo come questo andrebbe rigorosamente giocato in lingua originale, ossia il giapponese.


4) Control

Control PS4
  • Anno di Uscita : 2019
  • Durata della storia: 20 ore circa
  • Giocatore singolo
  • Voto Metacritic: 82

Remedy è una garanzia e colpisce ancora.

Si contano pochi titoli dello sviluppatore:

Alan Wake, Quantum Break e l’iconico Max Payne che ha visto altri due capitoli successivi al primo episodio e anche questa volta non sbaglia un colpo con Control, l’ultimo sforzo del team di sviluppo che ti mette nei panni di Jasse Faden, la quale è alla ricerca di suo fratello Dylan.

La storia si svolge all’interno dell’Oldest House, un grattacielo invisibile situato a New York, all’interno del quale è ubicato il Federal Bureau of Control, un’agenzia segreta che indaga su fenomeni paranormali.

Jesse possiede dei poteri telecinetici che le consentono di eseguire azioni spettacolari, come librarsi in aria e volare, controllare e muovere qualsiasi oggetto con la sua mente, creare scudi e affrontare decine di nemici, i quali, all’interno dell’Oldest House, cercheranno in ogni modo di fermarla.

Jesse è la più potente operative dell’FBC ma la presenza che infesta l’Oldest House è la più spaventosa che la sua agenzia abbia mai affrontato.


5) Death Stranding

Death Stranding PS4
  • Anno di Uscita : 2019
  • Durata Storia: 30 ore circa
  • Giocatore singolo/Multiplayer asincrono
  • Voto Metacritic: 82

Gli Stati Uniti d’America sono piombati in una vera e propria apocalisse. Uno strano fenomeno, chiamato Cronopioggia ha fatto sì che il tempo perdesse ogni suo significato.

La dimensione dei vivi si è fusa con quella dei morti, creature spettrali e misteriose chiamate C.A. (creature arenate) si aggirano sotto forma di ectoplasmi neri che cacciano chiunque si aggiri nei loro territori, cercando di trascinarli sulla Spiaggia, un luogo dove il tempo non esiste, vita e morte perdono il loro significato dal quale non è possibile farvi ritorno.

Un limbo nel quale vagare senza ricordi o volontà.

Vista l’impossibilità di spostarsi liberamente a causa delle CA e della Cronopioggia, la quale accelera il processo d’invecchiamento di qualsiasi cosa tocchi, gli ultimi sopravvissuti si sono rifugiati in piccole comunità di pochissimi elementi, isolandosi dal resto del mondo.

Sam Porter Bridges è il protagonista di questa storia che ti vedrà percorrere migliaia di chilometri tra i Nuovi Stati Uniti d’America, grazie ai poteri di cui disponi, che ti consentono di avvertire la presenza delle CA, delle quali non sembri patire gli effetti e sei l’unico che è in grado di combatterle e di poter tornare dalla spiaggia.

Il viaggio è una lunghissima ricerca del percorso migliore da affrontare, avrai a disposizione alcuni mezzi ma con i quali non potrai sempre coprire tutta la distanza.

Il tuo scopo è fondamentalmente quello di consegnare pacchi e fare da corrispondente tra le varie piccole comunità e creare una rete grazie alla quale le persone, potranno nuovamente tornare in contatto tra loro.

Il primo lavoro del team di Hideo Kojima, Kojima Production, si presenta come una lunghissima e ripetitiva serie di consegne ma che nasconde un messaggio molto più profondo.

Un ritratto attuale delle nostra società, una rappresentazione del nostro essere connessi continuamente e con chiunque essendo in realtà sempre più solitari e un grido disperato che invita a ritrovare il contatto umano ormai in via di estinzione.


6) Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima PS4
  • Anno di Uscita : 2020
  • Durata della storia: 20 ore circa
  • Giocatore Singolo
  • Voto Metacritic: 83

Cosa rende grande un gioco di ruolo?

I puristi potrebbero dire ”un tavolo, un mazzo di carte e una serie di dadi”, i giocatori di videogiochi potrebbero invece parlare di menù complessi, punteggi da attribuire ai personaggi e personalizzazione degli stessi, altri potrebbero descrivere un gioco di ruolo per la profondità della sua storia.

Sono tutte ottime risposte, ma nessuna di queste prevede la possibilità di suonare un flauto ammirando il paesaggio da un’incantevole scogliera, mentre il vento soffia tra i fili d’erba e petali rosa di ciliegio invadono la scena, il tutto mentre si compone un haiku, una serie di versi della tradizione giapponese che sono una via di mezzo tra una poesia e un versetto allegorico.

Jin Sakai è l’eroe protagonista di Ghost of Tsushima, un samurai che lotta per difendere la propria terra dall’invasione nemica.

La storia di quest’opera, per quanto tradizionale e in possesso di una grande scrittura degna del cinema tradizionale giapponese, risulta però lineare e a tratti banale.

Quello che però spinge il giocatore a restare incollato al joypad e completare questo gioco bevendolo quasi tutto d’un fiato, è proprio il gameplay ben riuscito, studiato nei minimi dettagli per far funzionare alla perfezione sia che si voglia adottare l’approccio stealth, sia che si preferisca lo stile d’assalto alla katana, arma micidiale utilizzata con grande maestria dal protagonista, nei tanti scontri che vengono proposti nelle diverse varianti.

Infatti, ci saranno momento in cui si devono affrontare più nemici contemporaneamente, scegliendo il momento giusto per bloccare l’attacco nemico e contrattaccare, oppure quello migliore per infliggere fendente letale all’avversario che scopre il fianco.

In altre occasioni, ci sono invece combattimenti alla lama uno contro uno, duelli ricchi di tensione nei quali è richiesto un tempismo perfetto.

In questi, la tensione è al massimo, due assassini l’uno davanti all’altro, ognuno con la propria lama puntata verso l’avversario, immobili, pronti a scattare in un assalto fulmineo da un solo colpo che decreterà il vincitore.

Anche l’esplorazione del mondo rende grande Ghost of Tsushima, che non si illude di essere un open world, nonostante la vastità della mappa e la possibilità di svolgere missioni secondarie da personaggi non giocanti.

Tuttavia, gli scenari saranno sempre studiati per far pensare all’aspetto poetico dell’epoca Sengoku, l’era dei Samurai, con ambienti immersi nella luce del tramonto e petali di ciliegio al chiaro di Luna.

La strada viene indicata dal soffiare del vento, richiamabile a piacimento sfiorando il touch pad sul controller e basta seguire il piegarsi delle spighe di grano e dei fili d’erba per capire dove andare.


7) Rise of the Tomb Raider

Rise of the Tomb Raider PS4
  • Anno di Uscita : 2016
  • Durata della storia: 20 ore circa (30-40 ore per segreti e collezionabili)
  • Giocatore singolo
  • Voto Metacritic: 88

Probabilmente, la saga dell’archeologa più avventurosa di sempre non ha mai toccato punti così alti tra i moltissimi capitoli che costituiscono l’enorme opera di Tomb Raider.

Lara Croft sembra infatti dare il meglio di sè in Rise of the Tomb Raider, capitolo nel quale il giocatore si trova a dover affrontare una società segreta di fanatici che si fanno chiamare La Trinità.

Lara è sulle tracce di un tesoro che donerebbe poteri immensi a chi lo possiede, tra cui l’immortalità.

E proprio durante la ricerca di questo che si scontra con La Trinità, i quali membri sono disposti a tutto pur di mettere le mani sulla reliquia, perfino ucciderla.

Ma Lara è una tosta e con l’aiuto di un gruppo di combattenti che vivono nelle foreste, riuscirà a trovare le risorse per affrontare i suoi nemici.

Come in ogni capitolo di questa saga, l’elemento che più caratterizza Rise of the Tomb Raider è l’avventura.

Si potrebbe tranquillamente dire che Tomb Raider è il gioco che rappresenta per antonomasia questo genere nel mondo dei videogiochi.

In Rise of the Tomb Raider viene aggiunto anche un elemento sopravvivenza, poiché Lara, durante la sua avventura, dovrà affrontare ambienti e climi di ogni genere: dal caldo del deserto al freddo della steppa, con tanto di animali selvatici e predatori che rappresentano un pericolo tanto quanto i suoi nemici.

La raccolta di risorse consente al giocatore di migliorare l’equipaggiamento di Lara e sbloccare abilità che miglioreranno le sue capacità fisiche, di caccia e di creazione di nuovi armamenti.

Una campagna in singolo che tiene il giocatore al joypad per decine di ore, soprattutto per i fanatici dei collezionabili e dei segreti, i quali non solo avranno tanti oggetti nascosti da trovare, ma anche tanti indovinelli ambientali da risolvere che da sempre caratterizzano lo stile di Tomb Raider.


8) Batman: Arkam serie (Asylum, City, Knight)

Batman: Arkam serie PS4
  • Anno di Uscita (2009 – 2011 – 2015)
  • Durata della storia: dalle 20 alle 30 ore circa con segreti e collezionabili
  • Giocatore singolo, modalità sfide –
  • Voto Metacritic: 91 (Arkham Asylum), 96 (Arkham City), 84 (Arkham Knight)

Il cavaliere oscuro più dannato che mai è l’immenso protagonista di questi 3 titoli che compongono l’epica opera della serie di Batman Arkham (Asyum, City e Knight).

Nel primo episodio, Batman è alle prese col suo acerrimo nemico, il Joker, il quale, una volta liberatosi dalla sua prigionia, riesce a scatenare una rivolta all’interno del manicomio criminale di Arkham e prenderne possesso.

In Arkham City, Batman deve liberare la città dall’incubo dell’attacco di un gruppo di super cattivi, da sempre tra i più grandi nemici dell’uomo pipistrello.

In Arkham Knight, come in City, ci sarà un’intera città dentro la quale poter viaggiare, quella di Gotham, ma stavolta sarà lo spaventapasseri a tenere sotto scacco non solo la polizia, ma perfino il nostro tenebroso eroe.

Combattimenti ricchi di combo, nei quali si possono usare i vari dispositivi a tema “bat”.

Agisci nell’ombra e fai sparire i nemici uno per volta terrorizzando gli altri, o affrontali in gruppi numerosi in feroci e violenti combattimenti.

Affronta le paure più profonde di Bruce Wayne, nei panni di Batman e collabora con eroi anch’essi avvolti dalla dannazione che caratterizza il brand.

Alessio Deidda

Ha una grande passione per il Giappone e per gli Anime, ama i Giochi di Ruolo, tra i suoi titoli preferiti : Final Fantasy VII e Suikoden V, gioca spesso anche a Senran Kagura Estival Versus.

Recent Content